Seminario – Come leggere il bilancio della tua impresa

“COME LEGGERE IL BILANCIO DELLA TUA IMPRESA”

organizzato in collaborazione con

C&C Holding Srl

che si svolgerà in due serate

presso la sede della nostra associazione,

Crema – Via G. di Vittorio, 36

Piano terra – Sala Congressi Samuele Vailati

relatore

Dott. Paolo Cavezzali                         

 1 ª SERATA: MERCOLEDÌ 21 GIUGNO

dalle ore 20.30 alle ore 22,00

       LETTURA DEL BILANCIO AZIENDALE IN OTTICA FINANZIARIA-BANCARIA

  • Il bilancio delle ditte individuali e società di persone
  • Il bilancio delle società di capitali
  • I principali dati di riferimento
  • La valutazione degli istituti di credito
  • L’analisi dei parametri che incidono sul rating bancario
  • Le principali aree di criticità del bilancio

2 ª SERATA: MERCOLEDÌ 28 GIUGNO

dalle ore 20.30 alle ore 22,00

LE AREE DI CRITICITA’ AZIENDALI E LE RELATIVE AREE DI MIGLIORAMENTO

  • Il rating aziendale analizzato anche da soggetti differenti (clienti e fornitori)
  • Esame delle possibili aree di criticità
  • Come migliorare gli indicatori
  • La protezione del patrimonio aziendale
  • Le criticità del passaggio generazionale

Per motivi organizzativi, Vi chiediamo di confermare la Vs. Presenza

Via mail a reception@liberartigiani.it oppure al n° 0373 2071

Contattaci per ogni informazione 0373 207252

 

INCONTRO 02.03.23 ORE 21.00 ACCESSO AL CREDITO E SERVIZI FORMATIVI AL LAVORO OPPORTUNITA’ E VANTAGGI

ACCESSO AL CREDITO E SERVIZI FORMATIVI AL LAVORO OPPORTUNITA’ E VANTAGGI

giovedì 02 marzo alle ore 21.00                 

presso la sede della nostra associazione,

Crema – Via G. di Vittorio, 36

Piano terra – Sala Congressi Samuele Vailati

 si terrà un incontro denominato

 

per illustrare le opportunità e i vantaggi offerti da Artfidi Lombardia (Confidi della Libera Associazione Artigiani) e I.R.I.A.P.A. (Istituto Regionale per l’Istruzione e l’Addestramento Professionale degli Artigiani)

ARTFIDI LOMBARDIA: affidamenti a breve, mutui chirografario o ipotecario, credito diretto (Regione Lombardia), capacità finanziarie (autotrasportatori, autoscuole)

 relatori

  • Tambani Sara e Soffiantini Marco

 I.R.I.A.P.A.: servizi formativi, formazione finanziata, servizi al lavoro e incentivi per le assunzioni.

 relatore

–     Dott. Walter Simonetti

Per motivi organizzativi, Vi chiediamo di confermare la Vs. Presenza

Via mail a reception@liberartigiani.it oppure al n° 0373 2071

LAVORATORI AUTONOMI OCCASIONALI: NOTA INL N. 109 DEL 27 GENNAIO 2022

Lavoratori autonomi occasionali: Nota INL n. 109 del 27 gennaio 2022.
Con la nota n. 29 dell’11 gennaio 2022, l’INL ha già avuto modo di precisare che il nuovo obbligo riguarda esclusivamente i committenti che operino in qualità di imprenditori ai sensi degli artt. 2082 e/o 2083 c.c. A distanza di due settimane, a seguito dei numerosi dubbi sollevati, l’INL, con la nota n. 109 del 27 gennaio 2022 _ che alleghiamo in copia integrale _ interviene nuovamente per meglio definire il perimetro di questo nuovo obbligo e lo ha fato rispondendo a dieci FAQ preventivamente condivise con l’ufficio legislativo del Ministero del Lavoro.
Ove prevista, si rammenta che la comunicazione va effettuata prima dell’inizio della prestazione di lavoro autonomo occasionale eventualmente risultate dalla lettera d’incarico.
In attesa che il Ministero del Lavoro provveda ad aggiornare/integrare gli applicativi in uso per adeguarli alle specifiche necessità di questo nuovo adempimento, la comunicazione obbligatoria dei lavoratori autonomi occasionali va effettuata, per il momento, esclusivamente attraverso l’invio di una e-mail ad uno specifico indirizzo di posta elettronica ordinario (non PEC) appositamente predisposto per ciascun Ispettorato territoriale (per l’elenco completo v. allegato alla nota n. 29/2022 allegata alla citata circolare della Confederazione).
La comunicazione dovrà riportare i seguenti contenuti minimi:
– dati del committente e del prestatore;
– luogo della prestazione;
– sintetica descrizione dell’attività di lavoro svolta;
– data inizio prestazione e presumibile arco temporale entro il quale potrà considerarsi compiuta l’opera o il servizio (ad es. 1 giorno, una settimana, un mese). Nell’ipotesi in cui l’opera o il servizio non sia compiuto nell’arco temporale indicato sarà necessario effettuare una nuova comunicazione;
– ammontare del compenso pattuito al momento dell’incarico.
L’annullamento della comunicazione (o la modifica dei dati contenuti nella comunicazione stessa) potrà essere eventualmente effettuata in qualsiasi momento che preceda l’inizio dell’attività del prestatore. In caso di violazione dell’obbligo di effettuazione della comunicazione è prevista l’applicazione della sanzione amministrativa da 500 a 2.500 euro in relazione a ciascun lavoratore autonomo occasionale per cui è stata omessa o ritardata la comunicazione e non è possibile applicare la procedura premiale della diffida prevista dall’articolo 13 del D.Lgs. n. 124/2004. Pertanto, la sanzione in misura ridotta, ai sensi dell’art. 16 della legge n. 689/1981, sarà pari a 833,33 euro per ogni lavoratore a cui la violazione si riferisce.
Oltre a questa sanzione il committente, in caso di impiego di lavoratori autonomi privi della suddetta comunicazione obbligatoria, rischia anche la sospensione dell’attività imprenditoriale secondo quanto previsto dall’art. 14 del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i. Le seguenti considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza.

ALLEGATI

Nota INL n.29 del 11 gennaio 2022

COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE LAVORATORI OCCASIONALI

Si informa che L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la nota n. 29 dell’11 gennaio 2022 (all. n.1), ha fornito le prime indicazioni utili al corretto adempimento dell’obbligo di comunicazione dell’avvio dell’attività di un lavoratore autonomo occasionale che interessa esclusivamente i committenti che operano in qualità di imprenditori. Il nuovo obbligo di comunicazione dell’impiego di lavoratori autonomi occasionali è stato introdotto, a far data dal 21 dicembre 2022, dalla Legge di conversione del D.L. n. 146/2021 (decreto Fisco-Lavoro), che ha modificato l’art. 14 del D. Lgs. n.81/2008. L’obbligo in questione è previsto all’interno della disciplina in materia di sospensione dell’attività imprenditoriale di cui all’art. 14 del D.Lgs. n. 81/2008, per cui il nuovo obbligo di comunicazione interessa esclusivamente i committenti che operano in qualità di imprenditori. La disposizione inoltre interessa solo i lavoratori autonomi occasionali, restando viceversa esclusi, oltre ai rapporti di natura subordinata, le collaborazioni coordinate e continuative, le professioni intellettuali in quanto oggetto della apposita disciplina, i rapporti di lavoro “intermediati da piattaforma digitale. L’obbligo di comunicazione è legato alle modifiche introdotte dal nuovo art. 14 del TUSL, che prevede ora che sia adottato (da parte dell’Ispettorato del Lavoro) il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale in tutti i casi in cui venga accertato – nell’unità produttiva ispezionata – l’impiego di personale (in misura pari o superiore al 10% dei lavoratori presenti) senza preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro, ovvero inquadrati come lavoratori autonomi occasionali. Tale comunicazione dovrà essere effettuata all’Ispettorato del Lavoro territorialmente competente, in ragione del luogo ove si svolgerà la prestazione. A regime, la procedura comunicativa sarà telematica e riprenderà le modalità operative previste per le comunicazioni che il datore di lavoro effettua per i lavoratori intermittenti. In attesa che il Ministero del Lavoro aggiorni l’applicativo telematico di riferimento, la comunicazione andrà effettuata attraverso l’invio di una e-mail ad uno specifico indirizzo di posta elettronica ordinario, messo a disposizione di ciascun Ispettorato territoriale. L’obbligo riguarda i rapporti avviati dopo l’entrata in vigore della disposizione (21 dicembre 2021) o, anche se avviati prima, i rapporti ancora in corso all’11 gennaio 2022 (data di emanazione della nota INL n. 29/2022). Per tutti i rapporti
di lavoro in essere all’11 gennaio 2022 e per i rapporti iniziati dal 21 dicembre e già cessati, la comunicazione andrà effettuata entro il 18 gennaio 2022. In caso di mancata o ritardata comunicazione è prevista una sanzione amministrativa da 500 a 2.500 euro per ogni lavoratore autonomo occasionale. all. n.1: Nota INL n.29 del 11 gennaio 2022

ALLEGATI

Nota INL n.29 del 11 gennaio 2022